Venerdì, 26 Maggio 2017 10:15

Divieto uso acqua

L’ennesima beffa si è consumata in questa settimana a Vibo Marina.

Giorno 22 maggio scorso il sindaco emette ordinanza con la quale fa divieto di utilizzare l’acqua per uso alimentare, lavaggio alimenti, igiene orale, lavaggio stoviglie, in quanto vi è la presenza di ferro oltre i limiti consentiti dalla norma.

Il divieto d’uso è riferito soltanto all’acqua che fuoriesce dalle fontane ubicate sul molo Bengasi, Via Roma e, udite udite , molo Proserpina, appositamente (ri)battezzato con l’acqua della fontanella.

Ci chiediamo, ma per preparare alimenti, lavarci i denti e le stoviglie ci rechiamo tutti alle fontanelle? E l’acqua delle fontanelle è diversa dall’acqua che, attraverso una rete fatiscente, marcia, arriva nelle nostre case? Ma questa amministrazione si è resa conto che ancora è in vigore un’ordinanza, emessa nel 2011 dall’allora sindaco D’Agostino, che vieta l’uso dell’acqua pubblica in quanto sono presenti idrocarburi? Comunque, nonostante l'ordinanza i cittadini (tranne quelli che ne hanno fatto richiesta e che “godono” di una decurtazione del 50% sul consumo) hanno continuato a pagare le quote come se fosse potabile.

Ma cosa aspetta il Sindaco e tutta la giunta a dimettersi, fatevi un bel bagno (con l’acqua pubblica) di umiltà, siamo a due anni dall’insediamento e, a parte i proclami, non si sono visti segnali di cambiamento, concreto, tangibile.

Le beffe sono sufficienti.

Beviamoci su….ma non l’acqua dei nostri rubinetti

Meetup “Vibonesi in Movimento – Amici di Beppe Grillo”

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

© 2018 Vibonesi in Movimento.